×

8 Settembre, 2021

INSCA: “Abbiamo iniziato le consegne di quasi 4000 m2 di stand al Cersaie”

Per questa edizione, il design è stato caratterizzato da misure di salute e sicurezza.

Il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e l’Arredobagno aprirà il 27 settembre. Come azienda leader nelle soluzioni espositive per la ceramica e il bagno, “alla INSCA abbiamo lavorato duramente tutta l’estate per progettare e realizzare gli stand per i nostri clienti, che occuperanno una superficie di circa 4.000 m2 alla fiera italiana”, spiega Pascual Ibáñez, CEO di INSCA.

Il processo, che si concluderà con il montaggio degli espositori al Cersaie, ha coinvolto un team di più di 100 professionisti in architettura, interior design, ingegneria, carpenteria, pittura e montaggio. “Abbiamo fatto un grande spiegamento per essere in grado di rispondere a tutta la domanda che abbiamo avuto. Un anno senza Cersaie ci ha dimostrato che la ceramica va toccata, il settore è molto vivace, i produttori di piastrelle presenteranno molte novità e noi ci siamo occupati di creare le soluzioni espositive per abbinare le loro collezioni”, sottolinea Ibáñez.

Per assicurarsi che tutto sia pronto, questa settimana INSCA ha iniziato a caricare i camion con gli stand diretti a Bologna. Questo processo si sta svolgendo a tappe e continuerà nei prossimi giorni. Allo stesso tempo, l’intera squadra di montatori si recherà in Italia per assemblare gli stand in pochi giorni.

Le misure di sicurezza segnano il design degli stand

Per garantire che il Cersaie sia uno spazio completamente sicuro, gli organizzatori della fiera hanno stabilito una serie di misure di salute e sicurezza.

Alcune di queste misure hanno influenzato direttamente il design degli stand delle aziende che espongono al Cersaie. “La fiera italiana è il primo grande evento europeo del settore, è un momento molto atteso in cui i nostri clienti chiuderanno importanti affari, quindi noi di INSCA abbiamo lavorato duramente per garantire che lo facciano in spazi espositivi sicuri”, spiega il CEO di INSCA.

Quindi, al fine di garantire un flusso di traffico regolare ed evitare la folla agli stand, “quest’anno abbiamo definito il percorso come un circuito con punti di ingresso e di uscita”, dice Laura Pardo, responsabile del dipartimento di design e innovazione dell’INSCA.

Inoltre, è stata data priorità agli spazi aperti, è stato utilizzato un tessuto a rete sul soffitto per favorire la ventilazione, l’installazione di aree sociali all’interno degli stand è stata più limitata e i tavoli e le aree di incontro sono stati progettati in modo che gli interlocutori possano rispettare la distanza di sicurezza.

I rivestimenti per mobili commerciali di INSCA sono rivestiti con soluzioni di additivi antimicrobici inorganici, sia sulla superficie che all’interno delle lacche di legno e metallo. Inoltre, sono integrati HPL e laminati compatti che distruggono il 99% dei batteri.

“Tutti gli stand che abbiamo progettato e fabbricato a INSCA sono conformi alle misure di sicurezza sanitaria stabilite, il che permetterà ai nostri clienti di interagire con i loro visitatori e generare un’esperienza eccellente con i valori del loro marchio”, sottolinea Pardo.

Va notato che, come tutte le esposizionidi ceramica dell’INSCA, il design di ogni stand è completamente personalizzato. Secondo Ibáñez, “le soluzioni dell’INSCA sono sviluppate in modo che le collezioni di ceramica abbiano un risalto assoluto, le visite siano piacevoli e il lavoro commerciale sia molto produttivo. Il nostro obiettivo è sempre lo stesso, aiutare i nostri clienti a crescere”.

INSCA al Cersaie

INSCA ha anche un proprio stand alla fiera italiana, che quest’anno sarà situato nel padiglione 28, stand B16. Uno spazio dove presenterà gli ultimi espositoris per piastrelle de el suo catalogo e il suo nuovo concetto: “Show your best”.

Este año, el stand de INSCA está en el Hall 28, Stand B16 de Cersaie.